Sign in

Sign up

Monster masters. I segreti dei maestri dell’horror – Recensione

By on 9 Settembre 2020 0 112 Views

Monster masters. I segreti dei maestri dell’horror, imperdibile lettura di approfondimento per horror dipendenti a cura di Alessandro Manzetti ed edita da Cut-Up Publishing.


In Monster Masters, a cura di Alessandro Manzetti, i segreti dei grandi maestri dell’horror internazionale, tra approfondimenti, aneddoti, opere di narrativa inedite in Italia, interviste a icone del genere come Ramsey Campbell, Peter Straub, Joe Lansdale, Brian Keene, Jack Ketchum, Graham Masterton, Dakre Stoker e molti altri. Un viaggio nell’immaginario fantastico dei grandi autori di genere, sia dal punto di vista umano che artistico: la formazione, le esperienze, i modelli, il processo creativo, lo stile, le visioni, le confessioni.

Monster masters. I segreti dei maestri dell’horror, di Alessandro Manzetti (Cut-Up Publishing, 2017)


Monster Masters è un affascinante saggio illustrato che ci prende per mano portandoci a conoscere i protagonisti del panorama letterario horror internazionale, passando anche per cinema, fumetto, saggistica e poesia. 30 interviste ai grandi maestri tra i quali Peter Straub, Joe Lansdale, Jack Ketchum, Ramsey Campbell e tanti altri, che ci sveleranno interessanti retroscena del loro lavoro.

Manzetti fa le domande giuste mettendo alla luce il lato più umano di questi “Padroni di mostri”, che parlano non solo della genesi delle proprie opere, ma anche di difficoltà, preoccupazioni e paure .
Oltre alle interviste “standard” ci sono quelle “Dieci coltelli”: ad ogni autore vengono poste 10 domande scomode e provocatorie con le quali Manzetti metta a nudo le proprie vittime.
Nel capitolo “I 66 libri horror per il diluvio universale” l’autore del saggio ci lascia una succosa lista di quelli sono, a suo parere, i libri imprescindibili per un amante dell’horror: molto utile per chi si è da poco approcciato al genere e vuole recuperane i classici.


Nel libro è presente il capitolo “Le Opere Fantasma di Stephen King” tratto dal saggio “Stephen King Uncollected Unpublished“. Romanzi iniziati e mai portati a termine, poesie, scritti per il teatro, sceneggiature per il cinema e per la televisione, articoli di giornale, sceneggiati radiofonici: sono tante le opere di King che non hanno visto la luce e che di cui lui stesso ha perso le tracce, ed in questo capitolo si indaga su tutto il materiale che i fan non hanno mai avuto modo di leggere.


Monster Masters contiene inoltre 4 racconti inediti per la prima volta tradotti in italiano: “La voce della spiaggia” (Ramsey Campbell), “Nella Fossa” (Richard Laymon), “Sei quello che mangi” (Graham Masterton), “Radio Zombie” (Gary Braunbeck). Racconti notevoli assolutamente da recuperare, in particolare quello di Masterton che ho trovato pazzesco.

Cioè che emerge dal saggio è che, oltre ad i nomi più famosi, c’è un vastissimo sottobosco di autori meno noti che meriterebbero attenzione, e la maniera migliore per affrontare Monster Masters è con una matita in mano per appuntarsi tutti i romanzi suggeriti nel corso della lettura (e sono veramente tanti!).
Perché non c’è solo Stephen King! Per voi horror dipendenti che cercate nuove letture o volete colmare vecchie lacune Monster Masters fa al caso vostro.

Dove acquistarlo: Monsters Master su Amazon

Link al post originale: Recensione su Horror Dipendenza

Monster masters. I segreti dei maestri dell’horror, di Alessandro Manzetti (Cut-Up Publishing, 2017)
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.