Sign in

Sign up

Dai meandri dello splatter underground: The Bride of Frank – Recensione

By on 10 Agosto 2021 0 193 Views

La collana Spasmo Video porta in DVD un delirante “gioiello” trash e splatter dell’underground anni ’90: The 𝐁𝐫𝐢𝐝𝐞 𝐨𝐟 𝐅𝐫𝐚𝐧𝐤.

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot

Frank è un senzatetto “adottato” da una compagnia di spedizioni. In cambio di aiuto sul lavoro, Frank ottiene la simpatia dei colleghi e la possibilità di vivere all’interno degli uffici dell’azienda. Ma Frank desidera avere una donna tutta per sé, e gli amici lo aiutano a coronare il suo sogno mettendo annunci sul giornale alla pagina degli incontri amorosi…

Bride of Frank, diretto nel 1996 da Steve Ballot (aka Escalpo Don Bladé), è un film lurido. È lurido il personaggio, sono luridi i suoi amici, il posto di lavoro, la storia in toto, le riprese e chiunque abbia visto il film si sente lurido per osmosi.

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot
THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot

Frank è un vecchio incartapecorito, sporco e fuori di testa, che nessuno sano di mente oserebbe avvicinare. Non fosse che gli altri lavoratori dell’azienda sono dei pervertiti sanguinari quanto lui e si trova dunque in buona compagnia. Il film è popolato da personaggi assurdi e si respira un clima di assoluta follia e nonsense.

Frank è chiaramente uno psicopatico con nessuna capacità di relazionarsi alle persone, e questo dà vita ad una serie di scene di pazzia assoluta, come il momento in cui LETTERALMENTE “svita il cranio e ca*a in gola” a un tizio di passaggio. La scena d’apertura del film è una perla di rara e inaspettata cattiveria: Frank rapisce una bambina, la colpisce con una mazza, poi le passa sopra con un tir spappolandole la testa.

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot
THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot


Le sequenze di violenza estrema sono però smorzate e rese grottesche dalla vena di humor nero che lascia spiazzati, tanto è repellente il connubio marciume – ironia becera e demenziale. Nessuno è minimamente turbato da Frank e da quello che combina, tutt’altro, sono proprio gli amici a spronarlo nelle sue efferatezze. Fra un omicidio e l’altro, il nostro eroe ha incontri con una serie di donne sgradevoli quasi quanto lui, che daranno al film una buona dose di seni flaccidi, sesso squallido e un ulteriore tocco di perversione che non guasta.

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot

Ad aumentare il senso di sporcizia sono senza dubbio le riprese e la recitazione amatoriale, perfettamente in linea con il grezzume generale della storia. Pare che l’attore che interpreta Frank fosse realmente un senzatetto, convinto a recitare con la prospettiva di vitto e alloggio gratuito.
Assolutamente memorabile la scena onirica in cui Frank ricorda la madre, un trip acido finito malissimo con montaggi video molto caserecci ma vagamente disturbanti nella loro stranezza (tipo il testone rugoso di Frank sul corpo di un bambino).

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot


Fra gli extra del DVD Spasmo Video trovate fra le altre cose il finale alternativo di 30 minuti, in cui Frank sposa un’altra donna dopo averla fatta rapire e lobotomizzare, e assistiamo al matrimonio e a una casuale sottotrama mafiosa. Quello che lascia confusi è che il finale alternativo ha più senso di quello definitivo, dal momento che vediamo la fantomatica “moglie” di Frank, con una acconciatura in stile “sposa di Frankenstein”, cosa che dà un senso al gioco di parole del titolo.

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot

Per motivi ignoti tutto ciò è stato tagliato, e la conclusione “ufficiale” risulta infatti frettolosa, poco sensata, e non particolarmente memorabile. Nei titoli di coda troviamo la cerimonia nuziale, ritagliata dall’altro finale, in cui Frank e la moglie non compaiono nemmeno, e personaggi mai visti prima (che sono nel finale alternativo). Una delle tante scelte no sense di un film che fa del no sense il suo cavallo di battaglia.

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot


Con vaghi richiami al cinema di John Waters e all’anarchia delle produzioni Troma, Bride of Frank è un prodotto di infimo livello che un amante del sangue e del cinema underground deve vedere a tutti i costi. Le parole non possono descrivere il senso di disagio e wtf che suscita, a metà fra l’horror estremo e il trash, la risata e il disgusto, un film ripugnante ma divertente dove convivono, sangue, volgarità, demenza e lsd.
Un film brutto sotto ogni punto di visita, che ipnotizzata con la sua povertà e la sua insensata ed estrema violenza, e che non si dimentica facilmente

Per l’acquisto: The Bride of Frank (DVD Spasmo Video)

THE BRIDE OF FRANK (1996) di Steve Ballot

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.